PROGETTO SPHERA
La forma degli opposti

Eventi multi-artistici in luoghi particolari
del patrimonio architettonico e culturale

Sphera è un Progetto artistico integrato, caratterizzato dal sincretismo, dalla multiforma, dalla sinestesia, dalla multidisciplinarietà.
La danza si intreccia in modo fluido e mutevole con la musica, la prosa, la poesia, la pittura… per far vivere e rivivere i luoghi.
Un’idea di Emilia Sintoni

Approfondisci

I LUOGHI

Luoghi che identificano una città, il suo passato, presente e futuro, i suoi palazzi, i suoi giardini, sculture, monumenti, strade, labirinti immaginari o reali…
Luoghi di bellezza ritrovata, di storie umane e personali, luoghi ritrovati o redenti, luoghi dove il dolore, la difficoltà, il rancore possono trasformarsi e dove è possibile, ancora e sempre, ritrovare, ricostruire ed esprimere bellezza, arte, luce, vita.

LE TEMATICHE

Il “cuore” del progetto è dato dall’espressione in forma artistica dei temi a me cari: gli opposti e i simboli. Il senso e l’obiettivo è far “vivere” i luoghi, rendere e tradurre la loro storia, attraverso uno sguardo personale e artistico, un diverso punto di vista, legato anche alla rappresentazione e ricerca dell’universo simbolico sottostante.

Opposti che dialogano, comunicano: luce ed ombra, giorno e notte, amore e rabbia, vita e morte… Opposti fra cui cerco un passaggio, una danza, un raccordo, non evidenziati come entità separate e nemmeno fusi fra loro ma, piuttosto, fonti di una terza entità armonica che viene creata, con una forma sempre in divenire.

Simboli (l’Ouroboros, l’infinito, l’alpha e l’omega, il labirinto…): ancore e bussole, cartine di viaggio e mappe stellari del pensiero e del corpo, della sua storia e del suo progetto di vita.

Il tema 2017 sarà: “Io, l’altro: il doppio, lo specchio, le figure archetipiche“.

LE FORME ARTISTICHE

Sphera si esprime attraverso diversi mezzi e strumenti, in primis la danza e la coreografia. Danza che si unisce, si fonde e comunica con altre forme artistiche, attraverso una regia di insieme, delicata e costruttiva, nel rispetto dei diversi mondi, linguaggi e umanità:

– la musica
– la parola, la recitazione
– la poesia, la letteratura
– la pittura e la scultura
– l’immagine e il video